All posts tagged: fisiatra padova

ENDOLASER una valida alternativa terapeutica nel lombosciatalgia

Il trattamento dei disturbi dolorosi al rachide, molte volte associati a dolore irradiato sul gluteo o coscia, in ciò che viene chiamato lomboradicolite, trova negli ultimi tempi una valida alternativa nel Endolaser (Weber).

Questa terapia è particolarmente indicata nei casi che non hanno risposto alle normali cure con fans (il solito Voltaren associato al Muscoril) e cortisone;  quando il dolore diventa persistente nel tempo, inficiando le abilità nella postura e movimento del paziente, normalmente un giovane adulto lavoratore sedentario.

In pratica si tratta di veicolare dell’energia laser  a bassa potenza (LLLP) in seno al tessuto perivertebrale, in profondità, attraverso un ago catetere dove la sonda laser  irradia con le diverse lunghezza d’onda i tessuti muscolo nervosi, discali, articolari  e legamentosi della colonna vertebrale lombare, esercitando il proprio effetto benefico.

Questo trattamento trova particolari indicazioni anche nei casi di:

  • stenosi lombare
  • sindrome delle faccette lombari
  • ernia discale
  • radicolite dello sciatico
  • disturbi dolorosi cronici vertebralivertebre e radici
  • esiti cicatriziali vertebrali

Maggiori informazioni si trovano nella pagina del fabbricante: Weber, come applicazioni del Laser Interstiziale (materiale consultabile)

gustavoENDOLASER una valida alternativa terapeutica nel lombosciatalgia
Leggi tutto

ecografia e/o fisiatria?, meglio l’ecofisiatria

visita fisiatrica+ valutazione ecografica:

succede prima o poi ad ogni sportivo:

avvertire qualche problema con  muscoli e/o articolazioni: sotto forma di dolore oppure difficoltà  nel movimento di un arto. Questo è il momento di procedere con un accertamento diagnostico: meglio un’ecografia o una visita fisiatrica?;  meglio ambedue fatte in contemporanea da un professionista esperto.

La nascita della fisiatria interventistica 

Questa disciplina  non è una scoperta nuova, fino ad oggi era  campo di lavoro per molti ortopedici, radiologi e medici dello sport che gestivano le problematiche osteoarticolari dello sportivo di alto livello; era qualcosa di nicchia, che non sempre si poteva applicare con lo sportivo amatoriale o al semplice cittadino, che normalmente  si stira un muscolo in giardino.

Personalmente vedo la Medicina Fisica e riabilitativa quale  la branca specialistica adatta a gestire queste eventualità in quanto esperta  nella  diagnostica, l’uso delle terapie fisiche e, soprattutto, perchè ha la capacità di  elaborare un progetto riabilitativo individuale specifico per il paziente.  Negli ultimi tempi questo ha dato vita ad un iper specialità ad hoc, quale è la fisiatria interventistica.

gustavoecografia e/o fisiatria?, meglio l’ecofisiatria
Leggi tutto
Come può il trattamento con PRP (plasma ricco in piastrine) può aiutarmi nel mio problema Muscoloscheletrico?

Come può il trattamento con PRP (plasma ricco in piastrine) può aiutarmi nel mio problema Muscoloscheletrico?

questa è una bella domanda: “come può il trattamento con PRP  essere d’aiuto nei problemi muscoloscheletrici?”; alla quale non è facile rispondere, in quanto vi è, e vi sarà sempre dibattito e nuove scoperte scientifiche nel campo della medicina rigenerativa.

Prendo spunto di questo bell’articolo del 2018 che cerca  di fare chiarezza sulle principali indicazioni per trattamenti con PRP. questo è il link all‘articolo completo

Un altro bell’articolo sempre del  2018:  intitolato: PRP, mito o realtà?

Nel quale troviamo le seguenti conclusioni:

il trattamento è efficace in (evidenza di tipo 1A):

  • Epicondilite laterale del gomito
  • artrosi del ginocchio, consumo cartilagineo- ne parlavamo in un post precedente
  • fascite plantare
  • potenziamento riparativo in interventi di riparazione del tendine Rotuleo- oppure nell’attecchire un trapianto
  • tendinopatia della cuffia dei rotatori

Trattamento meno efficace (evidenza di tipo 1B) in:

  • artrosi dell’Anca
  • esiti distorsivi alla caviglia
  • tendinopatia Achillea o nel potenziare il recupero dopo una sua riparazione chirurgica- ne parlavo in un post precedente

Un noto scienziato ha definito l’impiego del PRP in campo muscolo scheletrico come uno dei più grandi avanzamenti nel nostro tentativo di attuare una Medicina Rigenerativa.  Personalmente non posso che essere assolutamente d’accordo in quanto l’uso di siero autologo di un paziente ci fornisce un potentissimo farmaco/rimedio, o come vogliamo chiamarlo, che è estremamente potente ed efficace,  in particolare per ridurre il processo infiammatorio e il dolore, che recedono già nelle ore seguenti al trattamento.

Poi le piastrine e le citokine contenute continuano il loro lavoro di controllo e regolazione dei tessuti inducendoli a ripararsi, attivando i meccanismi tessutali di cui disponiamo.

trovo questa possibilità terapeutica fantastica e credo che in un futuro prossimo verrà riconosciuta definitivamente la sua bontà in terapia muscolo scheletrica e non solo.

gustavoCome può il trattamento con PRP (plasma ricco in piastrine) può aiutarmi nel mio problema Muscoloscheletrico?
Leggi tutto
Conflitto di spalla, un problema ricorrente

Conflitto di spalla, un problema ricorrente

Il dolore nel giovane sportivo , quale frutto di un conflitto di Spalla,  è veramente un problema ricorrente,  anzi, direi frequentissimo nella pratica clinica.

Questo colpisce sia giovani maschi che femmine, di solito studenti o lavoratori sedentari che praticano sport  sottoponendo le spalle a sforzi in elevazione e rotazione dell’arto superiore.

Si attiva in questo modo una catena d’eventi  le quali provocano infiammazione dei tessuti muscolari e  tendinei della spalla con conseguente  graduale alterazione dell’equilibrio articolare,  oltre al dolore, persistente, episodico, notturno, meccanico, di solito recalcitrante alle diverse cure.

 

impingement spalla circolo                                     inserisco un link ad una bella review  tedesca in inglese

gustavoConflitto di spalla, un problema ricorrente
Leggi tutto